Come fare un business plan per il proprio progetto imprenditoriale

Chiunque mi presenti il proprio piano imprenditoriale (Business plan) è sempre molto ottimista e pieno d’entusiasmo, ma la sua determinazione inizia a vacillare quando gli pongo la seguente domanda: “Quale percentuale del tuo patrimonio personale sei disposto a rischiare in questo progetto imprenditoriale?”.

come fare un business plan

 

 

Fare un business plan ad hoc è essenziale per capire se la propria attività potrà avere successo

Il rischio d’impresa esiste ed è concreto e in questi tempi di recessione economica lo spettro dei fallimenti è sotto i nostri occhi ogni giorno. Molte persone si sono rovinate finanziariamente perché hanno investito in progetti imprenditoriali non validi: la loro colpa più grave è stata quella di non redigere un business plan, ovvero un piano di fattibilità atto a studiare e analizzare le seguenti variabili:

1. L’ente proponente comprensivo dei dati dell’impresa o futura impresa, i dati anagrafici del titolare e una sintesi del progetto comprendente il mercato di riferimento, gli investimenti previsti, la localizzazione;

2. L’idea di impresa con la spiegazione di tutti gli aspetti riguardanti la competitività, l’originalità e il target dei clienti del futuro progetto;

3. La società o l’imprenditore con l’elenco dei soci o degli imprenditori, le loro esperienze lavorative e le loro competenze;

business plan per ottenere finanziamenti

 

4. Il contesto socio-economico con lo studio del mercato, dei competitor (il loro fatturato e i loro punti di forza e di debolezza), gli eventi negativi o positivi che potrebbero influenzare gli affari e il potenziale target di clientela dell’attività (fascia d’età, istruzione, sesso, ecc);

5. La promozione e il marketing con l’organizzazione della pubblicità, i mezzi con la quale viene veicolata (web, televisione, stampa) e la cura dell’immagine aziendale;

6. Il processo produttivo con un piano dettagliato che descrive i processi che accompagnano i prodotti venduti, dall’ingresso nell’impresa fino al cliente;

7. L’organigramma della società e delle risorse umane con l’elenco di tutte le figure professionali che fanno parte dell’azienda e il costo di eventuali dipendenti;

8. I costi dell’impresa con un elenco dei costi di funzionamento dell’impresa (servizi, amministrazione, utenze, canoni di locazione,assicurazioni, spese di manodopera, ecc) e quindi un calcolo del break even point, ovvero il punto di pareggio tra spese e guadagni, entrate e uscite.

9. Gli investimenti e i finanziamenti con un elenco della tipologia, degli importi, dell’anno di realizzazione e delle fonti economiche di copertura.

 

Un business plan è essenziali anche per ottenere finanziamenti dalle banche e finanziamenti pubblici

L’anno scorso ho realizzato un business plan, per una mia attività di ristorazione, con il quale sono riuscito ad ottenere un finanziamento pubblico dalla camera di commercio di competenza. Ho aiutato diversi aspiranti imprenditori a valutare il piano di fattibilità del proprio progetto.

 

business plan contributo a fondo perduto

 

Mediamente scarto il 90% dei progetti imprenditoriali che mi vengono proposti perché carenti in uno o più punti di fattibilità.
Ho sviluppato un personale rating (suddiviso in lettere) che classifica i progetti imprenditoriali in base alla loro capacità concreta di generare profitti:

 

  • Rating A: l’idea imprenditoriale ha ottime probabilità di concretizzarsi in un’impresa che generi profitti;
  • Rating B: l’idea imprenditoriale ha buone probabilità di concretizzarsi in un’impresa che generi profitti, ma cause di forza maggiore potrebbero rendere instabile il suo andamento economico;
  • Rating C: l’idea imprenditoriale ha sufficienti probabilità di concretizzarsi in un’impresa che generi profitti, ma il contesto socio-economico e i competitor potrebbero rappresentare ostacoli da tenere in forte considerazione;
  • Rating D: l’idea imprenditoriale ha scarse probabilità di concretizzarsi in un’impresa che generi profitti. Consiglio di rivalutare diversi aspetti del piano di fattibilità;
  • Rating E: l’idea imprenditoriale non ha probabilità di concretizzarsi in un’impresa che generi profitti, tranne nel caso in cui si verifichino fortunate condizioni di mercato. Il progetto deve essere interamente rivisto.

Valuto un’idea d’impresa secondo quelli che io chiamo “I quattro pilastri” di un business di successo:
1) L’impresa vende un prodotto o un servizio che soddisfa un bisogno in un mercato che gode di potere d’acquisto.
2) L’impresa vende un prodotto o un servizio che semplifica la vita delle persone.
3) É stato redatto un business plan curato nei minimi dettagli (per verificare la fattibilità del progetto).
4) L’impresa sviluppa nei minimi dettagli il brand e lo differenzia da quello della concorrenza.
Se il vostro progetto imprenditoriale soddisfa tutti e quattro i requisiti dei pilastri del successo, avete ottime probabilità di concretizzarlo in un’impresa.

Queste informazioni sono tratte dalla mia guida “Business plan vincente per Ottenere Finanziamenti Pubblici e Privati” che ha già aiutato centinaia di persone a realizzare il proprio progetto e ad ottenere i finanziamenti di cui necessitava. Puoi trovare il mio ebook in più di 50 negozi online, oppure se sei un tradizionalista puoi ordinare il libro da Amazon. Puoi decidere di redigere un business plan fai da te e non ottenere alcun finanziamento, o puoi decidere di leggere la mia guida che raccoglie tutta la mia esperienza in merito.

Buon lettura e buona fortuna per il tuo progetto!

 

 

 

Impiego molto tempo per scrivere articoli come questo. Se pensi che possa aiutare qualcuno, per favore condividilo, basta un click!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on Twitter
The following two tabs change content below.
Il mio nome è Elvis Crespi e sono scrittore, imprenditore e investitore. Aiuto le persone a prendere coscienza delle proprie potenzialità, a vivere delle proprie passioni e a creare rendite finanziarie attraverso il Web e gli investimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

P.I. 09587430969 - Elvis Crespi Investimenti, Business Online e Rendite Automatiche - © 2016 Frontier Theme