Aiuto le persone a prendere coscienza delle proprie potenzialità, a vivere delle proprie passioni e a creare rendite finanziarie attraverso il Web, i business e gli investimenti

Guadagnare con il trading a breve termine? No, meglio guadagnare da vero investitore

Ma si guadagna davvero con il trading a breve termine? In questo articolo mi interessa analizzare se è più redditizio nel breve, nel medio e nel lungo  termine l’investimento “Buy and hold” ( Cassettista, ovvero colui che detiene in portafoglio le azioni per un periodo lungo) o la speculazione del trading a breve termine.

Questo blog, e quindi il presente articolo,  non è indirizzato a coloro che sono già esperti di finanza e di investimenti ma è diretto ai neofiti, ovvero coloro che si approcciano per la prima volta ai mercati finanziari, cercherò quindi di utilizzare, nei limiti del possibile, un linguaggio privo di tecnicismi (e ove presenti di spiegarli).

Ma si guadagna davvero con il trading?

 

Cos’è il trading?

Il trading online è un sistema che permette a chiunque possieda una connessione internet e un conto bancario apposito (conto trading) di effettuare compravendita di strumenti finanziari su quasi tutti i mercati a livello mondiale.

Il trading online permette di stare comodamente seduti davanti al proprio PC, di analizzare, visualizzando i trend (l’andamento) di diversi titoli azionari e i dati economici (flusso di cassa, capitalizzazione, ecc) delle società quotate in Borsa. Con il trading online si possono acquistare azioni, per esempio, con costi di commissione molto più bassi dei circuiti di acquisto tradizionali (consulente finanziario per esempio).

 

Come si scelgono i titoli azionari in cui investire

Ovviamente, è obiettivo dell’investitore selezionare titoli azionari che nel breve, medio e lungo termine generino un profitto. Il profitto può essere conseguito mediante speculazione con il capital gain (plusvalenza) o mediante cashflow (riscossione di dividendi o vendita di opzioni). Un capital gain (plusvalenza) si realizza quando si vende un titolo ad un prezzo superiore rispetto a quello di acquisto (prezzo di carico, comprensivo anche di costi di commissione). Per esempio, durante il mese di febbraio ho acquistato 100 azioni delle Generali Assicurazioni pagandole 11 euro cadauna (totale circa 1.100 euro). Nel mese di Giugno la quotazione raggiunge 13 euro, decido allora di venderle per realizzare un capital gain. Avendo acquisto le azioni a 11 euro il mio capital gain sarà di 2 euro ad azione, moltiplicato per 100 azioni, mi darà un guadagno di 200 euro. A questo guadagno lordo andrà sottratta la tassazione (attualmente il 26%), quindi, indicativamente, il mio guadagno sarà pari a 148 euro (a cui dovrò sottrarre il costo di commissione).



banner 300 x 250

 

Il guadagno da cashflow, invece, è un profitto di tipo costante che deriva dai dividendi erogati dai titoli che si detengono in portafoglio (acquistati). In questo caso non si vendono mai i titoli in questione e nemmeno si pone troppa attenzione al loro andamento nel tempo. Un altro metodo per generare cashflow è quello di vendere opzioni call riscuotendo ogni mese il premio del contratto (leggi questo articolo sulle opzioni).

 

Analisi tecnica e analisi fondamentale

Un titolo azionario può essere analizzato secondo analisi tecnica e analisi fondamentale. La prima esamina il trend mediante grafici (l’andamento del titolo), il volume di vendite e in generale il “sentiment” (il comportamento degli azionisti nei confronti del titolo). Mentre l’analisi tecnica prenderà in considerazione i paramenti economici della società in questione (analisi dei bilanci degli ultimi 5 anni, analisi del management del mercato di riferimento, ecc).

Ma tornando alla domanda iniziale “Si può guadagnare con il trading a breve termine?”, la mia risposta è si, ma non te lo consiglio perché ben il 90%, e ripeto il 90% dei trader (che operano in giornata – Intraday) perde. La maggioranza di questi trader perde perché è molto più simile al giocatore d’azzardo che a un vero investitore.

Ho provato a fare trading a breve termine ed ho perso parecchio denaro. Ora investo a medio-lungo termine, ho un portafoglio diversificato tra investimenti speculativi e altri orientati al cashflow e riesco a guadagnare il 15/25% all’anno, da più anni. Non male eh?

Per guadagnare non esistono solo gli investimenti

 

Gli speculatori, rispetto agli investitori, hanno solitamente vita finanziaria breve (bruciano in breve tempo tutto il capitale di partenza). Una strategia mista tra speculazione e cashflow è la scelta ideale.

Per imparare a guadagnare investendo ti consiglio, innanzitutto di acquistare e di giocare al gioco in scatola Cashflow, CLICCA QUI, (una magnifica occasione per divertirsi ed imparare a investire) e poi di leggere le seguenti guide sui mercati finanziari (ho scelto dei manuali semplici, leggeri e concisi):

 

E ricordati che per guadagnare non esistono solo gli investimenti ma anche altre tipologie di rendite automatiche come la vendita di infoprodotti e l’affiliate marketing e sono tutte attività che puoi creare comodamente da casa con il tuo computer. Per maggior informazioni leggi questo articolo: http://www.lasoluzioneseitu.it/creare-un-blog-tutorial-per-chi-inizia/.

Il trader che opera nel breve termine è troppo simile ad uno scommettitore e per questo può risultare una follia creare un lavoro basato sul trading. Tu lavoreresti scommettendo in un casinò? Io personalmente preferisco fare un lavoro per percepire un profitto, non per rischiare di perdere persino i miei soldi.

 

Nessuno può prevedere l’andamento dei mercati azionari nel breve termine

Ti dirò una cosa che potrà scuoterti profondamente: nessuno può prevedere l’andamento dei mercati azionari nel breve termine, neanche Warren Buffet che è considerato un oracolo nel campo degli investimenti azionari. Non puoi sapere come un titolo azionario si muoverà tra un’ora o un giorno, ma analizzandolo potrai sapere se avrà la possibilità di crescere nel medio e lungo termine. Analizzandolo potrai sapere quanto ti pagherà di dividendo e se il prezzo che l’hai pagato riflette il suo vero valore. Questi sono i veri investimenti.

Immagino già, a questo punto, le critiche inferocite di quel 10% dei trader che guadagna ogni giorno nei sudati campi di battaglia (i mercati). Ma un 90% di perdenti è un dato significativo e che deve far riflettere chiunque voglia approcciarsi al mondo del trading.

E tu mi dirai: “Eh allora Elvis, tutti questi siti che pubblicizzano persone che si sono arricchite con il Forex e le opzioni binarie?”, vedi, quei siti sono stati creati da società che guadagno sulle commissioni di compravendita (brokeraggio), loro guadagnano per ogni operazione di acquisto e di vendita che fanno gli utenti a prescindere dall’andamento dei mercati, questa è più una forma di cahsflow (per loro) che di investimento. Più gente compra e vende strumenti finanziari più i broker si arricchiscono.

Lascia stare le opzioni binarie che sono semplici scommesse ma usa, piuttosto, i contratti d’opzione che sono tutt’altro strumento e che rappresentano un’ ottima strategia di investimento.

Per restare aggiornato sui miei nuovi articoli iscriviti alla newsletter. Riceverai in regalo il mio ebook “Il cammino verso la libertà finanziaria”.

investire in azioni

 

Interessato ad un corso dal vivo su questo argomento? CLICCA QUI

 

 

 

 

 

 

Impiego molto tempo per scrivere articoli come questo. Se pensi che possa aiutare qualcuno, per favore condividilo, basta un click!Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on Twitter
The following two tabs change content below.
Il mio nome è Elvis Crespi e sono scrittore, imprenditore e investitore. Aiuto le persone a prendere coscienza delle proprie potenzialità, a vivere delle proprie passioni e a creare rendite finanziarie attraverso il Web e gli investimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

P.I. 09587430969 - Elvis Crespi Crescita Personale, Professionale e Finanziaria - © 2016 Frontier Theme